House in Motion, la mostra-evento per i 20 anni della rivista Interni

IMG_9886

Casa è dove siamo, qui ed ora, sembra affermare il progetto House in Motion realizzato a Milano dalla rivista Interni per Il Salone del Mobile 2018 che celebra i 20 anni di attività della rivista. House in Motion si trova a Milano durante la Design Week  all’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e all’Audi City Lab di Corso Venezia a Milano. Casa è l’ambiente domestico declinato con le sue interazioni e i nuovi stili di vita, che prevedono nuove interpretazioni sulla base della facilità con cui ci spostiamo: in quest’ottica prende forma la mostra-evento, con collaborazioni da tutto il mondo che vedono protagonisti architetti e designer in una serie di spettacolari installazioni di ricerca. Spazi trasformabili seguono gli abitanti in movimento, in una sorta di habitat su misura replicabile ovunque il nomadismo contemporaneo ci porti a vivere. La casa è transitoria, diffusa, attraversa contesti e luoghi e non è più statica. Allo stesso modo i mezzi di trasporto si trasformano sempre di più divenendo essi stessi casa, adattandosi al nomadismo di chi li utilizza. Hanno collaborato ad House in Motion: ABA Paolo Belardi e Daniela Gerini per Regione Umbria, Alexander Bellman e Gruppo C14 per Samsung Electronics Italia, Dario Curatolo per Regione Puglia, Lorenzo Damiani per Ikea Italia Retail, Labics per Elica, Elisabetta Illy, Stefano Guindani, Dmeco Engineering Divisione Living, Peter Pichler Architetture per DomusGaia, Davide Rampello e APML-Architetti Pedon/La Tegola per Jiuqitang Cultural Industry Development Co., Stanton William Arch. per Focchi Group, Tabanlioglu Arch per Nurus, Aldo Cibic per Abet Laminati, Saib; Massimo Iosa Ghini per Italcer Group, Filippo Taidelli per Universal Selecta, Casalgrande Padana e Coelux, Platec; Mario Bellini Arch per Oak, Metalltech; Jacopo Foggini per Ferragamo Parfums, Diegro Grandi per Grazia, Parisotto+Formenton Architetti per True Design; Lissa Carmona e Vicente Saldanha per Apex Brasil; Pierluifi Colombo per Clei, Raffaello Galiotto per Nardi, Claudia Losi per Orticola Lombardia, Francesco Lucchese per LB Arte Italiana, Marco Merendi e Diego Vencato per Fratelli Guzzini, Marc Sadler e Giuliano Cataldo Giancotti per Fpm-Fabbrica Pelletterie Milano, Studio Azzurro per Urban Up | Unipol Projects Cities, Giorgio Zaetta e Zero… per Plasterego; Luca Baronchelli per Italmesh, Christoph Radl per Alessi, Mad Architects per Audi, MCA-Mario Cucinella e Sos-School of Sustainability per Eni gas e luce con Hive.

 

WEContemporary ©2018