Nendo : forms of movement / for Milan Design Week

Nendo alla Milano Design Week come ogni anno stupisce per poesia, ricerca, eleganza, tecnologia e contenuti. Al centro delle installazioni di Nendo per l’esposizione durante Il Salone del Mobile di Milano è il movimento con tutte le sue declinazioni e le sue forme.

Il movimento è una parte inseparabile del nostro essere, muoviamo i nostri corpi, spostiamo gli oggetti e altri oggetti si muovono indipendentemente intorno a noi; anche quelli completamente immobili possono trasmettere una sensazione di movimento. Gli oggetti possono muoversi fisicamente in reazione al nostro movimento o, viceversa, possono incoraggiarci a muoverci. Ad esempio, una sedia non si muove ma può invitare le persone a sedersi; partendo da questo concetto, ci si chiede se il designer progetta “la sedia” o il “movimento di sedersi”.

Gli oggetti reagiscono all’uomo e l’uomo reagisce agli oggetti. Questa mostra si concentra su questa relazione esponendo 10 progetti che trattano il tema del “design del movimento”: una collezione di contenitori con coperchi diversi che si aprono e si chiudono secondo come vengono toccati; cerniere che esplorano nuove funzioni riesaminando il movimento lineare della chiusura; una tapparella che si apre e si chiude automaticamente in base al movimento delle persone e della luce; una collezione di clessidre che disegna il tempo controllando il movimento della sabbia all’interno.

Questi oggetti, insieme ad altri in mostra, rappresentano il movimento nella sua forma e funzione anche attraverso l’uso di tecnologie avanzate, meccanismi all’avanguardia e materiali non convenzionali.

Nendo alla Milano Design Week 2018 ha esposto una vetrina di 10 collaborazioni diverse con aziende giapponesi che utilizzano materiali unici e tecniche avanzate.

 

WEContemporary ©2018